Casa a metà strada

Il progetto “Casa a metà strada” è indirizzato ai giovani senza la tutela dei genitori che, al compimento dei 18 anni, devono lasciare la struttura e non sanno dove andare. Il progetto prevede un aiuto psicologico, ma anche un supporto attraverso l'organizzazione di formazioni professionali.

Casa a metà strada e realizzata nell'anno 2006 grazie ad un contributo della regione Emilia Romagna, attualmente ospita tre ragazzi in fase di deistituzionalizzazione. Il soggiorno nella casa non deve protrarsi per più di due anni. Il sostegno ai ragazzi della casa a metà strada è fondamentale. Il momento di passaggio nelle strutture di transizione è una fase delicata, talvolta traumatica, che suscita ansia e preoccupazione. Sostenere i ragazzi prossimi all'uscita, attraverso un supporto psicologico e momenti di formazione e lavoro, è necessario per favorire un buon inserimento nel mondo del lavoro e nel contesto sociale.

Per questo motivo stiamo cercando di realizzare attività di sostegno per i ragazzi ospiti della casa a metà strada:

  • incontri periodici tra i ragazzi che sono già usciti dall'orfanotrofio e i ragazzi più grandi che vivono nella Casa a metà strada. Questi momenti serviranno sia per superare alcune paure legate all'uscita dalla “casa”, ma anche per supportare a livello affettivo i ragazzi che hanno instaurato legami forti tra loro
  • eventuali incontri con personale specializzato
  • incontri con i ragazzi, per verificare le difficoltà, le paure e i bisogni principali